Cosa mangiare prima di giocare a padel

Come in tutti gli sport e i prepartita, l’alimentazione è fondamentale anche nel padel. Insieme ovviamente all’allenamento e al riposo. Ma quale piano nutrizionale seguire, per ottimizzare le prestazioni durante le gare e gli allenamenti?

Cosa mangiare prima di giocare a padel: suggerimenti pratici

Per affrontare le partite con la massima energia e una forma fisica adeguata, il menù dei giocatori di padel deve sicuramente contenere carboidrati, proteine e grassi buoni, da equilibrare con un buon apporto di minerali e vitamine e senza dimenticare l’importanza di una corretta idratazione. 

Cosa mangiare prima di giocare a padel, dunque? L’ideale per ogni atleta sarebbe fare cinque pasti al giorno: colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena. 

Per colazione sono ottime la farina d’avena, le tortillas, il pane, i pancake, i waffle, i bagel, lo yogurt e i succhi di frutta (tutte opzioni facili da digerire). La frutta merita invece un po’ di attenzione: sebbene sia ricca di zuccheri, e perfetta dunque per ottenere un surplus di energia, il contenuto di fibre spesso elevato può causare problemi di stomaco durante il gioco. Se la si vuole consumare prima di giocare a padel, è meglio puntare sulle banane (a basso contenuto di fibre).

Prima di una partita, tuttavia, il consiglio è quello di fare il carico di energia grazie ai carboidrati complessi, che sono l’opzione migliore: forniscono infatti un grande apporto di energia per un periodo lungo, perché il metabolismo impiega di più a bruciarli. Pasta, cereali, pane integrale e patate sono gli alimenti da segnarsi.

Il loro consumo deve però avvenire con largo anticipo, 3 o 4 ore prima di una partita di padel, così da permettere all’organismo di digerirli in modo completo.

Ottimi infine i piatti unici come pasta e tonno che, oltre a essere un piatto perfetto per restare in forma, è anche ricco di carboidrati, minerali, vitamine e proteine.

Se si avesse fame nell’ora che precede la partita, è possibile saziarsi con 30-60 g di carboidrati, facendo attenzione a evitare i cibi grassi per evitare problemi gastrointestinali e quelli con molte fibre.

Cosa mangiare dopo aver giocato a padel

E dopo una partita di padel? Dopo un’intensa attività fisica, bisogna recuperare il più rapidamente possibile la quantità di glicogeno persa. Quando finisce il glicogeno, il corpo deve rallentare mentre trasforma il grasso in energia, e questo può portare a gambe deboli e sensazioni di svenimento. Ecco perché dobbiamo assicurarci di recuperare, mediante l’assunzione di carboidrati semplici (quelli che si trovano nella frutta), che non appesantiscono né l’organismo né l’apparato digerente. 

Anche le proteine sono fondamentali per una corretta rigenerazione muscolare dopo qualsiasi sforzo fisico, e così i grassi buoni contenuti nella frutta secca (nocciole, noci, mandorle, pistacchi), nell’olio d’oliva e in alcuni pesci come tonno, salmone e sgombro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Juggle Padel
Invia su WhatsApp