Quanto è difficile giocare a padel?

La maggior parte di chi gioca a padel, a livello amatoriale, lo fa perché convinto da un amico: si lascia trascinare ad una partita, prova, e se ne innamora perdutamente.

Perché? Perché è uno sport immediato, che non richiede preparazione, e che può essere praticato anche senza aver partecipato a corsi o allenamenti: basta acquistare o noleggiare una racchetta, vestire indumenti comodi, e affittare un campo per potersi divertire. 

Quanto è difficile giocare a padel, dunque? In realtà è piuttosto semplice. Vediamo perché.

Perché giocare a padel è semplice

Non devi aver giocato a tennis, né a qualsiasi altro sport, prima di iniziare a praticare il padel.  Si tratta infatti di uno sport per tutti, quasi “sociale” a volerlo descrivere con un aggettivo. Giocando in doppio, al fianco di un compagno, si socializza e si allenano le proprie skills: comunicazione, complicità, empatia, problem solving, pensiero laterale. Ad ogni livello del gioco è fondamentale lavorare in sinergia col partner, sia dal punto di vista tattico che per questioni psicologiche: se ti diverti a giocare col tuo compagno di doppio, giocherai meglio anche a padel. 

Inoltre, ricorda che giocare a padel è semplice: basta davvero poco per imparare la tecnica di base. Tuttavia, il consiglio è di prendere qualche lezione, non solo per imparare i colpi ma anche e soprattutto per non incorrere in errori di postura e movimento, che espongono al rischio di infortuni.

In ogni caso, non ci vuole molto tempo per imparare le regole né per capire i passaggi.

Uno sport per tutti 

Il padel è uno sport per tutti: per i bambini, per gli adulti, per i meno giovani.

Anche per quanto riguarda l’abbigliamento, non esiste un codice sul campo: si tratta solo di indossare ciò che ti fa sentire più a tuo agio. Il suggerimento, comunque, è quello di indossare un paio di scarpe da ginnastica comode e capi traspiranti, che ti lasciano libertà di movimento. Quando si pratica con regolarità, e/o a livello professionistico, è poi possibile acquistare calzature da padel e un abbigliamento tecnico pensato proprio per questo sport.

Per quanto riguarda l’attrezzatura, avrai bisogno principalmente di una racchetta (più piccola di quella da tennis ma un po’ più pesante per via dello spessore del corpo). Realizzata in materiale espanso EVA, con fori sulla superficie di impatto, la racchetta da padel è disponibile in tre diverse forme: rotonda, a forma di goccia e a forma di diamante. Conviene iniziare con una racchetta rotonda, in quanto offre il controllo migliore per i principianti. Per i bambini sono disponibili anche le racchette Junior, più leggere e con un’impugnatura più corta che ne semplifica l’utilizzo. 

La palla da padel è molto simile a una pallina da tennis, ma ha una pressione leggermente inferiore. Ciò significa che rimbalza più lentamente sui muri, così da dare al giocatore il tempo di colpirla quando arriva. La maggior parte dei luoghi dove si gioca padel, in ogni caso, ha tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare, comprese palline e racchette a noleggio.

La semplicità del padel è uno dei principali fattori che contribuiscono al successo e alla crescente popolarità del gioco. I principianti possono imparare rapidamente, perché il padel richiede meno abilità e potenza rispetto al tennis: ciò consente ai principianti di godersi il gioco anche senza ore di pratica alle spalle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Juggle Padel
Invia su WhatsApp